Richiedi una consulenza

StudioLegaleRicci&Partners

14 Giugno 2024

L’ATTEGGIAMENTO SINTOMATICO DELLO STATO DI EBBREZZA PUO’ ESCLUDERE L’ALCOLTEST

Con la sentenza del 24 maggio 2024, n. 20763, la Corte Di Cassazione Sezione penale ha statuito che l’accertamento dello stato di ebrezza del conducete non necessita dell’alcooltest in presenza di atteggiamenti sintomatici della presenza di alcool nel sangue.
24 Maggio 2024

Appalti:il direttore dei lavori è responsabile per i vizi costruttivi delle opere appaltate in caso di omessa vigilanza sulla corretta esecuzione

La Corte di Cassazione, Sezione 3 Civile con la recente ordinanza n. 9572 del 9 aprile 2024,  ha ribadito l’ormai consolidato orientamento secondo il quale il Direttore dei Lavori, nominato nell’ambito di un appalto di natura privatistica, è tenuto ad adottare tutti i necessari accorgimenti tecnici volti a garantire la realizzazione dell’opera senza difetti costruttivi. La vicenda esaminata […]
10 Maggio 2024

Multa nulla se l’autovelox è solo approvato e non omologato

La Cassazione con la pronuncia n. 10505/2024, depositata il 19 aprile 2024, la Corte di Cassazione ha chiarito che ai fini della validità della sanzione amministrativa comminata mediante l’utilizzo di dispositivi elettronici per la rilevazione della velocità la sola approvazione di questi non è sufficiente, essendo invece necessaria l’omologazione.
3 Maggio 2024

Il Diritto di visita del genitore non collocatario deve comprendere i pernottamenti anche se i figli son piccoli, lo ha stabilito la Cassazione

Il diritto di visita del genitore non collocatario deve comprendere i pernottamenti anche se i figli sono piccoli e delicati di salute, affinché il minore possa conservare una stabile relazione familiare anche nell'ambito di una crisi coniugale conflittuale.
24 Aprile 2024

Offerte Placet Luce e Gas: Possibili insidie per i consumatori

L'Avvocato Gianmarco Cecconi, partner dello Studio legale Ricci &Partners, ha risolto la problematica del consumatore senza ricorrere all'autorità giudiziaria, ma attivando la procedura di conciliazione presso l’apposito organismo istituito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).